Copridivani

Copridivani e Copripoltrone: completare l’arredo con stile, originalità e funzionalità

Avete cambiato arredo e le poltrone ed i divani prescelti non sono più in perfetta sintonia con il contesto? Desiderate “ringiovanire” il vostro salotto oppure allinearlo alle nuove esigenze della vostra famiglia? Siete stanchi dei soliti colori e delle vecchie texture? Per far fronte a tutte queste esigenze… basta scegliere copripoltrone e copridivani giusti ed il gioco è fatto! Con un po’ di fantasia, un pizzico di originalità ed unendo esigenze estetiche a funzionalità, è possibile “allineare” poltroncine e divani al resto della casa senza troppi sforzi e sfarzi e, soprattutto, con un occhio attento al portafogli!

Copridivani e Copripoltrone: rivestire la casa coniugando praticità e gusto estetico

I copridivani sono la soluzione ideale non solo per rivestire i nostri amati divani e divanetti, ma anche per preservarli intatti nel tempo, soprattutto per le famiglie con bambini piccoli o con animali domestici come cani e gatti. Sul mercato sono disponibili nelle cromie e nei tessuti più disparati, in modo da essere adattati con facilità a qualsiasi tipologia di arredamento, dal classico al moderno.

Tali coperture non svolgono, banalmente, solo una mera funzione “protettiva”, in quanto i motivi per acquistarli sono davvero molteplici. Inoltre, è possibile optare per diversi set e cambiarli a seconda delle occasioni o ancora delle stagioni! In estate, ad esempio, è possibile scegliere tessuti più traspiranti, come il cotone, mentre, in inverno, più resistenti e “pesanti”, come ad esempio il velluto.

Motivi per utilizzare i copridivani

Vi state chiedendo perché optare per una “cover”? Ecco qualche veloce consiglio per orientarvi!

Funzione protettiva: proteggono i tessuti sottostanti da polvere, germi ed usura, preservandone le caratteristiche di fabbricazione intatte nel tempo;

Funzione decorativa: nell’arredamento, si sa, anche l’occhio vuole la sua parte e copridivani e copripoltrone abbelliscono e donano nuovo slancio estetico al contesto in cui vengono inseriti. Inoltre, toglierli è molto semplice ed è possibile cambiarli a seconda delle esigenze ogni volta che si desidera. Trovare quelli giusti è una operazione semplicissima. E spesso, bastano pochi click del mouse per averli a casa, dati i diversi negozi in rete oggigiorno disponibili;

Durata nel tempo: le fodere, realizzate in tessuti lavabili anche comodamente da casa, prolungano la durata dei divani stessi, proteggendoli da fastidiose macchie o da segni di usura. Se possedete animali domestici o semplicemente temete che i piccoli di casa possano alla lunga “danneggiare” i vostri amati divani, è possibile prediligere coperture realizzate in tessuti “forti” e resistenti e, soprattutto, facilmente removibili;

Convenienza: copridivani e copripoltrone aiutano anche a risparmiare… le poltrone ed i divani che già possediamo possono ottenere una nuova veste in facili mosse e, soprattutto, acquisire un nuovo “status”.

Copridivani: pulizia e manutenzione

Le coperture per divani e poltrone vanno lavate regolarmente, così come si fa per tende e cuscini. Quali regole seguire? Bisogna prestare molta attenzione al tessuto di fabbricazione. Mentre alcune cover possono essere facilmente rimosse e lavate in lavatrice, altre, invece, richiedono un processo di manutenzione e pulizia molto particolare.

Pertanto, è consigliabile affidarsi a mani esperte e portarli in lavanderia. Alcuni copridivani, inoltre, richiedono un lavaggio a secco ( ad esempio se sono realizzati in pelle o ecopelle) mentre altri vanno aspirati e spazzolati frequentemente con l’aggiunta di prodotti specifici ( in forma liquida o in spray).

Copridivani in pelle, ecopelle e tessuto

Prima di affidarsi al fai-da-te, è opportuno leggere con attenzione le etichette per la cura e la manutenzione dei tessuti e, dunque, non “avventurarsi”. Esistono detergenti pensati appositamente per i rivestimenti. Di norma, copripoltrone e copridivani in pelle o in ecopelle devono ricevere trattamenti più distribuiti nel tempo espletati con l’utilizzo di prodotti specifici che, per giunta, devono essere testati prima di essere applicati direttamente sui tessuti. Per evitare problemi, si può applicare una piccola quantità di prodotto su un punto nascosto del tessuto e verificarne poi la risposta.

Copridivani e copripoltrone in tessuto, invece, vanno lavati, per evitare il restringimento dei capi o lo sbiadimento dei colori, a temperature molto basse in macchina o, meglio ancora, a mano in acqua fredda. Vanno centrifugati e/o stirati solo se le etichette del produttore lo riportano. Le macchie difficili possono essere trattate con specifici prodotti per tappezzeria, di solito lasciati agire per un tempo che spazia dai dieci ai trenta minuti ( anche in questo caso è bene leggere le avvertenze).

Scegliere copridivani o copripoltrone: le soluzioni presenti in commercio

Elasticizzati, in tessuto rigido o imbottito. E ancora, trapuntati in tinta unita o in fantasia. Modellabili o in formato “telo”. Impermeabili e salvamacchia… La scelta delle cover per divani, sedie e poltrone è davvero molto vasta. E’ possibile optare per coperture con estremi elasticizzati oppure con inserti in strutture rigide. Per i tessuti, spazio alla creatività ed alla fantasia: fiori, frutta, motivi geometrici o astratti o ancora rubati all’ “Arte”, tinta unita… la scelta è davvero molto vasta!

Per quanto concerne i tessuti, a seconda dell’arredo e delle esigenze della famiglia, le soluzioni includono lino, cotone, seta, microfibra, poliestere, velluto, ciniglia, pelle o ecopelle. E’ bene sottolineare che, per non sbagliare, occorre conoscere bene le misure del divano o della poltrona. In caso contrario, si rischia di comprare una copertura troppo piccola o eccessivamente grande.

Dotandosi di un metro, prima di effettuare l’acquisto, gli esperti consigliano di misurare la distanza che intercorre tra i due braccioli del divano a partire dal lato esterno. Comunque sia, i modelli elasticizzati sono da preferire in quanto possono essere adattati ed allungati senza troppe scocciature.

Per quale stile optare? Ecco quale dritta!

E adesso, prima di chiudere, volgiamo la nostra attenzione allo stile. Se la zona living o l’ambiente in cui è posizionato il divano è in stile classico, la tinta unita rimane la scelta da prediligere. Copridivani, copripoltrone e coprisedie andranno a  “sposarsi” con tende e tendaggi ed al resto del mobilio in maniera impeccabile. Tortora, beige, panna, grigio e l’immancabile bianco saranno i colori per cui optare.

Se, invece, l’arredamento è moderno o contemporaneo, con quadri astratti alle pareti e tende dai colori forti ed accesi, occorre dare ampio spazio alla fantasia: decorazioni e geometrie conferiranno sicuramente quel tocco che manca all’ambiente.

Tenendo fede allo stile della casa ed all’arredamento in generale, in commercio, sia nei negozi online che non, è possibile trovare l’accostamento giusto oppure richiederlo direttamente al produttore, per personalizzarlo al meglio. Ad oggi, gli stili più richiesti sono lo shabby chic, l’industriale, il vintage, lo scandinavo, quello giapponese e, per finire, il newyorkese.

Scegliere copridivani, copripoltrone, o ancora coprisedie, è qualcosa di estremamente importante ed indispensabile per assicurare a divani, sedie e poltrone la giusta protezione da graffi, urti e sporco. Basterà, ad esempio, rimuovere la copertura per presentare il componente d’arredo nel miglior stato possibile, e cioè ordinato, non sgualcito o trasandato e, soprattutto, esente da deformazioni o da brutte macchie.

Il coprisofà regalerà la sensazione di avere un nuovo divano in casa vostra! Le soluzioni sono davvero tantissime e tutte molto pratiche ed originali. Non resta che effettuare la scelta giusta!

Conclusioni

In questo articolo ho dato una ampia panoramica di un complemento d’arredo presente nei salotti di quasi tutte le case cercando di orientare le scelte a seconda di vari fattori che vanno dallo stile, passando per la tipologia e lo stato del divano o poltrona, alla funzionalità nell’applicazione proponendo anche diverse soluzioni tutte abbastanza commerciali ed alla portata di ogni famiglia.

Se hai trovato utile questo articolo, ti invito a lasciare un commento sui miei profili Social dedicati a questo post su FacebookTwitter ed Instagram.

Grazie come sempre ed alla prossima!